L’abbigliamento non vende

Nel 2022 venderemo in Russia meno che nel 2014
L’abbigliamento non vende
19 marzo 15:17 2018 Stampa

 

Tra il 2013-2017, le vendite di abbigliamento in Russia sono aumentate solo dell’1,3%, passando da 454 milioni di unità a 460 milioni di unità. Ora lo studio “Analisi del mercato dell’abbigliamento in Russia”, preparato da BusinesStat per il 2018, non promette niente di buono né per l’oggi né per l domani. Nel 2022 le vendite di abbigliamento raggiungeranno quota 448 milioni di unità, ovvero l’1,1% in meno rispetto all’anno pre-crisi del 2014.

Nella vendita di abbigliamento il mercato russo è dominato da prodotti importati con una quota di circa l’80%. Ma i mercati di approvvigionamento sono cambiati e non è possibile sperare in una inversione di tendenza a breve. I tassi di crescita per il triennio 2019-2022 sono ipotizzati in una forbice compresa tra lo 0,2 e il 3,1% l’anno. Il livello dei redditi reali della popolazione sarà ripristinato abbastanza lentamente, il che influenzerà molto la domanda di abbigliamento.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author