Embargo ridotto, firmato il decreto

Da oggi alcune tipologie di pesce possono essere importati in Russia
Embargo ridotto, firmato il decreto
27 ottobre 09:30 2016 Stampa

Il governo russo ha ridotto la lista dei prodotti sotto sanzioni. Il decreto è stato firmato dal primo ministro Dmitry Medvedev e pubblicato oggi sul portale web ufficiale di informazioni legali del governo.

Secondo il documento, vengono apportate modifiche all’allegato al decreto del Consiglio dei Ministri № 778 del 7 agosto 2014, che riguarda l’embargo alimentare.

Ora in Russia possono essere importati gli avannotti di alcune tipologie di pesce come la sogliola, la spigola, i piccoli gamberi dalle zampe bianche del Pacifico, gli avannotti di salmone atlantico, trota e cozze.

Lo scorso 1 giugno gli alimenti per l’infanzia sono stati esclusi dalla lista dei prodotti sanzionati. Il governo della Federazione infatti ha permesso di importare carne bovina, pollame e i loro derivati, nonché verdure surgelate e legumi secchi. Nello stesso mese, la Federazione decise di prorogare l’embargo fino al 31 dicembre 2017, mentre l’Ue estese le sanzioni contro la Russia con la stessa scadenza.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Cecilia Valentini
Cecilia Valentini

View More Articles