L’estate raffredda i prezzi

In Russia inflazione vicina allo zero dal mese di luglio
L’estate raffredda i prezzi
20 settembre 08:23 2018 Stampa

L’inflazione in Russia dall’11 settembre al 17 settembre, per la terza settimana consecutiva, rimane pari a zero. La dinamica dei prezzi conferma questa tendenza stabile dallo scorso luglio, registrando da allora solo un picco massimo di 0,1%. nel mese di agosto. Dall’inizio dell’anno, i prezzi al consumo sono invece aumentati del 2,4%, secondo i dati forniti da Rosstat.

In campo agroalimentare, gli aumenti più consistenti si sono registrati nel prezzo di uova  (+3,6%), miglio (2%), maiale, agnello, pollo, salsicce,  burro e olio di girasole, zucchero, sale, farina, pane di segale (da 0 2 a 0,6%). Allo stesso tempo, le farine di grano saraceno sono diminuite dello 0,3%, il pesce congelato dello 0,2%, i fiocchi di latte e i dolci al cioccolato dello 0,1%.
Il calo dei prezzi di frutta e verdura sono stati in media del 2,2%, mentre la carota è diventata più economica del 6,4%, le patate del 4,1%, cipolla del 3,6%, le mele del 3%. Aumentano invece i prezzi di cetrioli e pomodori, rispettivamente del 2,6% e dell’1,4%.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Domenico Nucera
Domenico Nucera

View More Articles