L’indicazione geografica è legge. Via libera alla creazione dei marchi regionali

I deputati della Duma approvano in prima lettura la legge che istituisce l"indicazione geografica"
L’indicazione geografica è legge. Via libera alla creazione dei marchi regionali
30 luglio 10:46 2018 Stampa

Secondo il relatore della legge, Gumerova, l’indicazione geografica deve essere intesa come un marchio regionale in grado di regolamentare e promuovere i prodotti e valorizzare gli sforzi competitivi dei territori vocati della Federazione.  Giuridicamente parlando in Russia esiste già una legge relativa al “nome e luogo di origine delle merci”, ma la “indicazione geografica” sarà molto più facile da registrare e sarà demandata alle competenze delle singole regioni. L’adozione della nuova legge completa la normativa di registrazione del vino. Secondo gli estensori della legge le indicazioni geografiche consentiranno ai produttori regionali di promuovere i propri prodotti non solo all’interno della Russia, ma anche all’estero e di sostenere la produzione di qualità perché i consumatori russi sono disposti a pagare anche il doppio pur di avere la certezza di poter bere un vino di qualità.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author