Link Campus, obiettivo Borsa

L'ateneo romano si apre al mondo. Previsti importanti cambiamenti
Link Campus, obiettivo Borsa
17 ottobre 18:30 2016 Stampa

Una sede di prestigio a due passi dal Vaticano, un accordo con la principale università statale russa e un partner strategico internazionale. È la strategia con la quale la Link Campus University (LCU) si prepara all’internazionalizzazione, con l’obiettivo di approdare a breve in Borsa.

La nuova sede è il prestigioso Casale San Pio V,  un’area di quattro ettari con un edificio rinascimentale, luogo in cui Papa Pio V ebbe l’apparizione della vittoria della Lega Santa contro la soverchiante flotta dell’Impero Ottomano. Qui verrà ospitato il primo campus universitario internazionale di Roma.
Uno dei partner accademici è la Lomonosov University di Mosca, una delle più prestigiose università russe (108esima al mondo e prima dell’EECA-Emerging Europe and Central Asia). L’accordo tra i due atenei, finalizzato allo sviluppo della cooperazione scientifica e didattica tra le università russe e italiane,  prevede l’apertura a Roma del “Center for Science and Education Lomonosov“.

“Con G.E.M. (management company della LCU che gestisce l’ateneo fondato da Vincenzo Scotti, ndr.) abbiamo deciso, pur mantenendo la proprietà, di aprirci a nuovi partner e a fondi interessati allo sviluppo del nostro progetto dopo aver preso in concessione in uso trentennale il Casale San Pio V, a poca distanza dal Vaticano. L’obiettivo – ha affermato Pasquale Russo, direttore generale della Link Campus – è realizzare entro un anno il primo campus internazionale di Roma, che a regime avrà 3mila studenti provenienti da tutto il mondo ospitati nei quattro ettari di quella che nel Millecinquecento fu residenza di Papa Pio V. Ora, grazie a queste prime mosse, l’obiettivo è più vicino. L’accordo con la Lomonosov Moscow State University – ha proseguito Russo – è soltanto il primo; sono infatti previste altre partnership internazionali in Uk e Usa già a partire dai prossimi mesi di novembre e dicembre”.

Nuovo partner strategico la Drake Global Ltd, società britannica di investimento per l’Education Industry, che entra nel capitale della società di gestione dell’Università. Ulteriore passo nel processo di internazionalizzazione dell’ateneo. Il socio ha valutato la management company 50 milioni di euro e ha acquisito il 5% delle quote della G.E.M. La percentuale arriverà entro il prossimo aprile al 49%, grazie all’ingresso di nuovi investitori internazionali.
La società britannica, di proprietà di Stephan Roh, avvocato svizzero e presidente della R&B Investment Group, ha sedi a Zurigo, Londra, Monaco, Mosca e Hong Kong, ed è specializzata in servizi finanziari, investimenti e gestione di fondi privati. “Abbiamo sposato l’idea che Roma potesse avere finalmente un campus di respiro internazionale – ha detto Roh – e lo abbiamo fatto convinti che anche in Italia sia possibile gestire proficuamente, anche sul piano finanziario, il sistema universitario attraverso una gestione manageriale distinta da quella formativa. Per il futuro puntiamo anche alla quotazione in borsa della management company dell’Università. L’obiettivo è contribuire all’esportazione del modello formativo italiano nel mondo, dialogando con le altre culture. Roma sarà il primo passo, ma l’intento è quello di aprire con la Link Campus University altre sedi nel mondo, a partire da Hong Kong”.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Cecilia Valentini
Cecilia Valentini

View More Articles