Lombardia, Coldiretti: con embargo già perso 50% export in Russia

Valore crollato da 117 milioni di euro a 62
Lombardia, Coldiretti: con embargo già perso 50% export in Russia
30 June 15:56 2016 Print This Article

Oltre 50 milioni di euro persi in due anni. E’ questo il buco nero delle esportazioni agroalimentari lombarde in Russia da quando è iniziato l’embargo. Il valore dei prodotti spediti a Mosca – secondo un’analisi della Coldiretti regionale su dati Istat – è crollato dai 117 milioni di euro del 2014 ai 62 milioni dell’anno scorso e il calo è confermato anche dal primo trimestre del 2016 che ha fatto registrare una perdita di un altro mezzo milione di euro rispetto allo stesso periodo del 2015.

“Facevo 3 mila quintali di mele Granny Smith: ne esportavo più del 90% in Russia e una piccola parte in Gran Bretagna. A causa dell’embargo sono stato costretto a interrompere la produzione, perché è un tipo di mela che sul mercato italiano non ha successo. Adesso faccio circa 3 mila quintali di kiwi. Il prodotto è perfetto, ma purtroppo stiamo subendo l’invasione dei kiwi greci. Esportavamo molto, fino all’80%, in Paesi come la Germania, ma adesso anche i tedeschi acquistano dalla Grecia, che ha perso come noi il mercato russo e vende a prezzi stracciati”, ha raccontato Giuseppe Mitta Lindo, 57 anni, agricoltore di Castiglione delle Stiviere (Mantova).

Eurasiatx/Askanews

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Cecilia Valentini
Cecilia Valentini

View More Articles