Londra, primato della violenza

Due sparatorie a Tottenham e a Walthamstow: morta ragazza di 17 anni e grave ragazzo di 16
Londra, primato della violenza
03 aprile 10:56 2018 Stampa

In  una sola ora una ragazza di 17 anni è morta colpita da un proiettile alla testa ed un ragazzo, 16 anni, è rimasto gravemente ferito.

Per la prima volta nella storia Londra supera New York nella classifica delle città violente. Dall’inizio dell’anno sono oltre trenta gli omicidi compiuti nella capitale britannica: a febbraio a Londra sono state uccise 15 persone, contro le 14 di New York e solo nella settimana dal 14 al 20 marzo hanno perso la vita ben otto persone, tutte sotto i 30 anni. L’ultima vittima, un ragazzo di 20 anni, è stato accoltellato a morte fuori da un locale in un quartiere a sud ovest della capitale. Secondo gli esperti, a parità di popolazione (circa 8 milioni di persone) New York è riuscita a ridurre gli atti criminali con una politica di tolleranza zero da parte della polizia: negli ultimi venti anni gli omicidi sono passati da 2000 a 230 l’anno.

A Londra, invece, non sono solo le uccisioni ad aumentare. Nella capitale del Regno Unito il rischio di rapina in casa è sei volte più alto che a New York, quello di essere derubato una volta e mezzo e quello di subire una violenza sessuale tre volte. Il comune di Londra ha provato a rassicurare gli abitanti sottolineando che “resta una delle città più sicure al mondo”. E la Met Police, la polizia della capitale, ha annunciato il dispiegamento di altri 100 agenti per fronteggiare i crimini.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author