L’Ungheria riceve  garanzie per la fornitura Gazprom dopo il 2019

Indipendentemente dall’esito del negoziato russo-ucraino
L’Ungheria riceve  garanzie per la fornitura Gazprom dopo il 2019
22 marzo 11:34 2019 Stampa

L’Ungheria ha ricevuto garanzie da Gazprom per le forniture di gas della Russia dopo il 2019. Al Paese europeo Gazprom ha garantito il fabbisogno a prescindere dall’esito dei negoziati tra Russia e Ucraina sul transito del gas dopo il 2019 . Lo rende noto il Ministero degli esteri ungherese, al termine dell’incontro con i vertici Gazprom.

L’assenza di accordi specifici tra Russia e Ucraina sul transito del gas dopo il 2019 minacciava L’approvvigionamento ungherese all’attuale sistema di transito. L’Ungheria ha messo in conto nelle sue previsioni lo scenario peggiore, ovvero il blocco del transito ucraino, aprendo un negoziato diretto con Gazprom. L’accordo raggiunto prevede che “la Compagnia russa garantisca al Paese la fornitura necessaria indipendentemente dal futuro transito ucraino”, ha detto il Ministero degli Esteri ungherese in una dichiarazione.

L’anno scorso, l’Ungheria ha importato dalla Russia 7,6 miliardi di metri cubi di gas, con un aumento di quasi il dieci percento. Dall’inizio di quest’anno l’offerta russa è stata mantenuta rispettando i ritmi di crescita della domanda, ha osservato Alexey Miller, Ceo di Gasprom. La società russa ha anche riferito che le parti hanno prestato particolare attenzione alla realizzazione di progetti per la costruzione di nuovi gasdotti di esportazione.

L’Ungheria era pronta, per il 2021, a creare un’infrastruttura in grado dalla Turchia, attraverso la quale ricevere circa sei miliardi di metri cubi di gas all’anno.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author