Muro contro muro. Europa e Italia lontane

Il lungo week end delle decisioni che pesano. Il 23 verdetto della Commissione.
Muro contro muro. Europa e Italia lontane
19 ottobre 13:53 2018 Stampa

Con una lettera durissima  che illustra nel dettaglio la “deviazione senza precedenti nella storia del Patto di stabilità”, la Commissione europea accende ufficialmente i riflettori sul ‘caso Italia’.  Finirà anche sul tavolo dei commissari martedì prossimo, che firmeranno la bocciatura formale della manovra, e dell’Eurogruppo il 5 novembre, che darà appoggio politico alla decisione dei tecnici Ue. Due passi scontati, se l’Italia entro lunedì non assicurerà, per iscritto, che cambierà la propria manovra  economica e farà scendere il deficit anziché  aumentare la spesa. Il premier italiano Giuseppe Conte, a Bruxelles, difende i piani del Governo e ridimensiona le accuse dell’Ue. Ma non trova grandi sponde tra i colleghi all’Eurosummit: dalla Germania all’Austria, dalla Francia all’Olanda, alla Finlandia e al Lussemburgo, è ampio il fronte di chi chiede il rispetto delle regole comuni. Concetto ribadito anche dal presidente della Bce Mario Draghi, che ha messo in guardia dal contestare le regole Ue.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author