North Stream II, la Germania decide da sola

Compromesso tra Berlino e Parigi sull'emendamento alle direttive UE: sarà Berlino a decidere sul North Stream II
North Stream II, la Germania decide da sola
11 febbraio 10:56 2019 Stampa

Il ministro dell’economia tedesco Peter Altmaier, in un’intervista al quotidiano Welt am Sonntag, ha definito la direttiva UE sul Nord Stream 2 un forte segnale rivolto ai critici del progetto.
La settimana scorsa, Berlino e Parigi hanno raggiunto un compromesso sugli emendamenti alla direttiva sul gas dell’UE. Il risultato è che adesso il progetto non potrà più essere bloccato e tutte le decisioni chiave sulla sua attuazione in Europa saranno prese dalla Germania, poiché il suo territorio è la destinazione finale per l’ottenimento di materie prime.
“In primo luogo, ogni paese ha il diritto di mantenere liberamente le relazioni economiche e commerciali che considera corrette. Nord Stream 2 è innanzitutto un progetto privato che molti paesi hanno già approvato”, ha ricordato il ministro.
Altmaier ha anche risposto alle critiche del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che ha denunciato la dipendenza della Germania dalla Russia nel settore energetico, assicurando che Berlino “non soccomberà mai al ricatto”.

Nord Stream – 2
La costruzione del gasdotto prevede la posa di due gasdotti, per una capacità totale di 55 miliardi di metri cubi l’anno, dalla costa russa del Mar Baltico fino alla Germania. L’autorizzazione è già stata rilasciata dalla Repubblica Federale di Germania, Finlandia e Svezia, la Danimarca (altro paese interessato) resta in attesa.
Contro il Nord Stream 2 si sono schierati alcuni paesi, in particolare l’Ucraina, che ha paura di perdere entrate dal transito di gas russo, e gli Stati Uniti, che promuovono piani ambiziosi per esportare GNL (gas naturale liquefatto) in Europa.
Inoltre, Lettonia, Lituania e Polonia hanno dichiarato congiuntamente che non hanno approvato l’attuazione del progetto.
La Russia ha ripetutamente invitato i paesi contrari a non percepire la conduttura come uno strumento di influenza. Secondo il presidente russo Vladimir Putin, Mosca considera il progetto esclusivamente uno strumento economico.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author

Domenico Nucera
Domenico Nucera

View More Articles