Osservatori elettorali benvenuti in Ucraina. Tranne i russi

Mosca si aspetta che l'OSCE convinca Kiev ad accettare osservatori dalla Federazione Russa
Osservatori elettorali benvenuti in Ucraina. Tranne i russi
12 febbraio 09:04 2019 Stampa

Mosca è pronta a inviare i suoi osservatori alle elezioni presidenziali in Ucraina e si aspetta che l’OSCE possa convincere Kiev ad accettarli. Lo ha affermato oggi il viceministro degli esteri Grigory Karasin.

Il prossimo 31 marzo in Ucraina si terranno le elezioni presidenziali: 44 candidati in corsa per la carica di Capo dello stato. Secondo i sondaggi, i protagonisti della tornata presidenziale sono il leader del partito Batkivshchyna, Yulia Tymoshenko, e lo showman, Vladimir Zelensky.
La scorsa settimana, la Verkhovna Rada dell’Ucraina ha adottato una legge che vieta ai rappresentanti russi di

essere impiegati come osservatori elettorali. L’OSCE ha già criticato questa decisione che Mosca ha subito bollato come “inamissibile”.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author