Patuelli (Abi): presto un trattato di pace tra Occidente e Russia

Questo embargo non può essere sopportato ancora a lungo
Patuelli (Abi): presto un trattato di pace tra Occidente e Russia
16/06/2016 Распечатать

L’embargo con la Russia non può essere sopportato ancora a lungo perché «tarpa le ali» delle imprese proprio «nel momento della ripresa» economica. Il presidente di Abi, Antonio Patuelli, all’assemblea di Confindustria Romagna a Milano Marittima, ha chiesto che si faccia «presto un trattato di pace tra Occidente e Russia» come è già stato fatto con gli americani.

«Per quanto potremo ancora sopportare questo reciproco embargo con la Russia? — ha chiesto Patuelli nel suo intervento — Ora bisogna che ci sia un nuovo trattato di pace tra l’Occidente e la Russia e presto. Il trattato di pace gli americani e i russi lo hanno già fatto sostanzialemtne in Siria dove c’è il fulcro della tensione e del conflitto militare. E se è stato fatto per la Siria, bisogna trovare il modo per voltare pagina». Perché «questo embargo ci ha penalizzato negli anni più difficili della crisi e oggi rischia di contribuire a tarparci le ali per il momento della ripresa».

«Dobbiamo ragionare nel nostro osservatorio internazionale» ha aggiunto il presidente di Abi, ricordando i conflitti e gli attentati terroristici che si verificano anche «nel cuore dell’Europa». Dobbiamo «renderci conto che tutto quello che deve essere fatto per la pace, la ripresa e lo sviluppo» non può essere intralciato per anni.

Eurasiatx/Askanews

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Cecilia Valentini
Cecilia Valentini

View More Articles