Autosufficienza agroalimentare, la Russia si prepara alla ‘rivoluzione verde’

Pronto il piano per l'ammodernamento del settore. Obiettivo: 270 mila nuovi trattori, 57 mila mietitrebbiatrici, 10 mila falciatrici per sostenere la produzione interna
Autosufficienza agroalimentare, la Russia si prepara alla ‘rivoluzione verde’
07 giugno 18:27 2016 Stampa

La Russia si prepara a rivoluzionare la propria capacità produttiva in agricoltura, con un piano straordinario che comprende sovvenzioni, incentivi, agevolazioni fiscali e molto altro. È il nuovo capitolo dell’import substitution, strategia adottata all’indomani delle sanzioni contro la Federazione e del conseguente embargo verso la produzione agroalimentare Ue, ma che, nello stesso tempo, offre alla Federazione l’opportunità di modernizzare il settore e di orientarlo verso una maggiore autosufficienza. Obiettivo che passa dall’ammodernamento delle attrezzature agricole, tema al centro della riunione organizzata ieri dal Ministero dell’Agricoltura della Federazione Russa, con lo scopo di “aggiornare la flotta di macchine agricole per l’esecuzione del programma statale di sviluppo dell’agricoltura fino al 2020, comprese le misure di sostegno statale”

il piano indica obiettivi ben precisi da raggiungere sia per l’anno in corso che per il quadriennio 2017-2020 e che prevedono un importante sforzo statale per il rinnovamento delle macchine agricole, in particolar modo  trattori, mietitrebbiatrici  falciatrici, ma anche sussidi per efficiente l’utilizzo di fertilizzanti e insetticidi nelle colture.

Dzhambulat Hatuov, vice capo del Ministero dell’Agricoltura, ha sottolineato come sia proprio l’adeguamento competitivo delle attrezzature tecniche e tecnologiche a determinare in gran parte lo sviluppo dell’agricoltura. Partendo da un livello che, secondo lo studio presentato dal ministero, appare ancora oggi insufficiente. Nel documento di 50 pagine, di cui Eurasiatx è entrato in possesso, vengono definite le misure più importanti legate al piano di ammodernamento del parco mezzi agricoli della Federazione, relativamente a mezzi circolanti, età media, incentivi alla rottamazione, sussidi statali, leggi, dati di analisi sulle aziende produttrici in Russia (e quelle che usufruiscono dei sussidi divise per regione).

“Oggi abbiamo raccolto informazioni per verificare l’effettiva capacità dei produttori di macchine per l’agricoltura nei nostri distretti produttivi e delineare i piani a medio termine per l’ammodernamento del settore” ha sottolineato Hatuov all’incontro. “Abbiamo bisogno di un approccio sistematico per affrontare l’ammodernamento dell’industria tecnica. Solo attraverso sforzi congiunti possiamo risolvere il problema della produzione di alta tecnologia, di alta qualità tecnica agricola nazionale”.

Il documento evidenzia come l’età media delle macchine agricole operanti in Russia sia di circa 10 anni, molto più alta della media europea. Un problema che non permetterebbe al settore di esprimere al meglio il proprio potenziale, e a cui il Ministero dell’Agricoltura vuole imprimere una repentina inversione di tendenza. Obiettivo dichiarato: almeno 270 mila nuovi trattori57mila mietitrebbiatrici  e  10 mila falciatriciNumeri che, spalmati nel periodo di riferimento, esprimono il fabbisogno annuale di almeno 40 mila nuovi trattori, 12 mila mietitrebbiatrici  e 3 mila falciatrici.

Ad oggi, la bilancia tra parco circolante e nuovi acquisti pende pesantemente in territorio negativo: sono molte di più le macchine che smettono di operare ogni anno (a causa dell’età e delle condizioni meccaniche) rispetto a quelle immatricolate ex-novo. Un problema che ha trovato obiettivi ben precisi nei piani del ministero. Per fermare il deflusso delle principali tipologie di macchine agricole, dovranno essere acquistate annualmente un minimo di 20 mila unità di trattori, 8 mila unità di mietitrebbiatrici e almeno 2mila falciatrici.

All’incontro hanno preso parte anche Alexander Morozov, vice Ministro dell’Industria e del Commercio, e Petr Chekmarev, direttore del Dipartimento per la meccanizzazione, protezione delle piante e applicazione dei prodotti chimici del ministero russo dell’Agricoltura.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Davide Lonardi
Davide Lonardi

Giornalista iscritto dall'Ordine Nazionale dal 2011, nutre una particolare passione per il mondo dell'editoria online. Collabora con diverse testate occupandosi anche di strategie di marketing e di personal branding sul web

View More Articles