Rosatom costruisce la prima centrale nucleare turca

Il colosso russo prevede di iniziare la costruzione nel marzo 2018
Rosatom costruisce la prima centrale nucleare turca
16 giugno 10:27 2017 Stampa

Costruire la prima centrale nucleare in Turchia. Questo l’obiettivo che il colosso russo Rosatom si è prefissato per il 2018, fa sapere la Rosatom State Nuclear Corporation. Il progetto è condotto dalla Akkuyu Nuclear Co, una filiale della società russa, alla quale è stata rilasciata una licenza, da parte dell’Autorità di vigilanza del mercato energetico turco, per generare energia elettrica per 49 anni.

Per realizzare questa centrale, Russia e Turchia avevano già firmato un accordo intergovernativo nel 2010. Il progetto, sviluppato recentemente, prevede la costruzione, nella regione meridionale turca di Mersin, di quattro centrali elettriche con reattori VVER-1200 con una capacità totale di 4.800 MW. L’impianto però, pensano i costruttori, riuscirà a coprire solo il 6-7 percento del fabbisogno energetico di tutta la Turchia. Il tutto per un costo di realizzazione di 20 miliardi di dollari.

“Dopo aver esaminato attentamente l’offerta – ha dichiarato Rosatom – , il consiglio di gestione dell’EPDK ha deciso di approvare l’offerta e ha rilasciato una licenza di generazione di energia a Akkuyu Nuclear Co, valida fino al 15 giugno 2066 (49 anni)”. Ma quest’estate l’Akkuyun Nuclear Co ha in programma di chiedere permessi anche al Ministero della Gestione delle foreste e delle acque, dal Ministero delle Finanze e dall’Autorità per l’Energia Atomica Turca (TAEK). Questi serviranno all’azienda per costruire nelle centrali strutture ausiliarie e altre sezioni che non sono direttamente correlate alla produzione di energia nucleare.

I lavori di costruzione dovrebbero perciò iniziare a marzo 2018, quando Rosatom otterrà la licenza principale. Nel frattempo il colosso russo ha dichiarato: “In linea con l’accordo intergovernativo, la prima unità verrà attivata entro i 7 anni successivi al rilascio, da parte della Turchia, di tutte le autorizzazioni necessarie”.

Nicole Volpe

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles