Rosatom pronta ad investire 7 mld di rubli nel nucleare

Il progetto finanziato dall'azienda prevede la costruzione di impianti per la fabbricazione e il riciclaggio di combustibili
Rosatom pronta ad investire 7 mld di rubli nel nucleare
16 febbraio 16:20 2017 Stampa

Si chiama “Breakthrough Project” il progetto che l’agenzia nucleare russa Rosatom ha deciso di sostenere. Il programma, iniziato nel 2011, quest’anno avrà un finanziamento da parte dell’azienda di 7 mld di rubli (circa 122 mln di dollari). Lo ha annunciato l’ufficio stampa dell’amministrazione regionale di Tomsk riportando la dichiarazione del governatore della regione, Sergei Zhvachkin.

L’innovativo progetto prevede la costruzione di impianti per la fabbricazione e il riciclaggio dei combustibili e l’installazione del reattore a neutroni veloci raffreddato a metallo liquido Brest-300.  La realizzazione di queste strutture nel centro nucleare Siberian Chemical Combine (Scc) era già iniziata nel 2014 e dovrebbe terminare entro la fine di quest’anno.

Dello stabilimento chimico siberiano e delle sue attività del 2017 hanno discusso il direttore generale della Rosatom, Alexey Likhachev, il capo della compagnia Tvel, associata alla Rosatom, che produce combustibile, Yuri Olenin, e il governatore Zhvachkin. Di comune accordo hanno deciso che il “Breakthroug Project” riceverà 9 mld di rubli dalla regione e, appunto, 7 mld dalla Rosatom.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles