Roskomnadzor multa Google

Diffuse appelli a manifestare per oppositore Navalny
Roskomnadzor multa Google
11 dicembre 17:15 2018 Stampa

Il “cane da guardia” delle telecom russe ha annunciato di aver inflitto una multa a Google per non avere ritirato dal suo motore di ricerca alcuni contenuti vietati dalle autorità, in particolare gli appelli a manifestare dell’oppositore, Alexei Navalny. “La legge russa obbliga i motori di ricerca a ritirare i link verso dei siti internet contenenti informazioni vietate”, ha spiegato Roskomnadzor in un comunicato, precisando di aver inflitto una multa di 500.000 rubli (circa 6.600 euro) al gigante americano.

A settembre le autorità russe avevano accusato Google di incoraggiare “comportamenti anti-civili” alle elezioni locali e regionali permettendo la pubblicazione di appelli a manifestazioni non autorizzate del principale oppositore del Cremlino, Alexei Navalny. Sotto la pressione di Mosca, il gigante Usa aveva in seguito ritirato dalla sua piattaforma i video di YouTube che contenevano questi appelli a scendere in piazza.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author