Rosselkhoznadzor ferma l’importazione di melanzane dalla Turchia

Il blocco non sarebbe connesso alle sanzioni introdotte a gennaio, ma da un parassita presente nel frutto
Rosselkhoznadzor ferma l’importazione di melanzane dalla Turchia
20 aprile 12:33 2016 Stampa

Rosselkhoznadzor, il servizio di controllo fitosanitario della Federazione, ha deciso di imporre restrizioni temporanee per la fornitura di melanzane provenienti dalla Turchia. Le restrizioni, imposte in connessione con l’arrivo di più carichi di melanzane turche infestati da organismi (e sottoposti in quarantena)”, avranno inizio a partire dal 25 aprile di quest’anno.

Secondo il servizio sanitario di controllo russo, il parassita presente nei prodotti di provenienza turca sarebbe arrivato dalla California, e sarebbe stato rilevato in altri carichi destinati alla Federazione. Il blocco temporanee dell’importazione delle melanzane, quindi, non è in connessione con nessuna attività sanzionatoria imposta da Mosca nei confronti della Turchia in seguito all’abbattimento del caccia russo avvenuto qualche mese fa: è invece un blocco temporaneo per verificare l’effettiva contaminazione dei prodotti e salvaguardare i cittadini russi, secondo Rosselkhoznadzor, senza nessuna connessione con l’embargo agroalimentare imposto dal Cremlino a gennaio 2016 e che – tra le altre cose – non comprendeva le melanzane stesse.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Davide Lonardi
Davide Lonardi

Giornalista iscritto dall'Ordine Nazionale dal 2011, nutre una particolare passione per il mondo dell'editoria online. Collabora con diverse testate occupandosi anche di strategie di marketing e di personal branding sul web

View More Articles