Russia, cresce il finanziamento all’industria farmaceutica

Secondo questo programma, lo Stato impiegherà 101,22 milioni i rubli nel 2018
Russia, cresce il finanziamento all’industria farmaceutica
14 novembre 12:14 2017 Stampa

6,38 milioni di rubli in più nel biennio 2018-2020. E’ la cifra che il governo russo ha intenzione di stanziare per finanziare lo sviluppo dell’industria farmaceutica e medicinale.

Si tratta di un aumento che permetterà allo Stato di impiegare 101,22 milioni i rubli nel 2018, 101,61 milioni di rubli nel 2019 e 101,59 milioni di rubli nel 2020 per il programma di sviluppo. All’interno di quest’ultimo, il governo sussidia le spese delle aziende per elaborare farmaci e dispositivi medici, per organizzare la produzione ed eseguire gli esami clinici.

La decisione di aumentare il finanziamento all’industria farmaceutica si colloca in un quadro di complessiva crescita della produzione e dell’acquisto dei farmaci in Russia. Lo scorso anno, ad esempio, il volume dei prodotti farmaceutici è ammontato a 1.344 miliardi di rubli, il 7 percento in più rispetto al 2015. Sempre nel 2016, inoltre, sono state vendute 5,1 miliardi di confezioni di farmaci.

Secondo i dati raccolti dal “Levada Center” in un sondaggio ( realizzato tra il 31 marzo e il 3 aprile, su un campione di 1600 persone dai 18 anni in su, residenti in 137 località situate in 48 regioni della Federazione Russa), l’anno scorso il 70 percento degli intervistati ha acquistato farmaci per curare l’influenza e infezioni alle vie respiratorie, il 57 percento ha acquistato antidolorifici e il 32 percento farmaci vari destinati al trattamento del tratto gastrointestinale.

 

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles