Sanzioni Usa, Russia riduce dipendenza dal dollaro

L'annuncio è arrivato dal vice ministro russo degli Esteri, Sergej Ryabkov
Sanzioni Usa, Russia riduce dipendenza dal dollaro
08 agosto 14:30 2017 Stampa

Ridurre la dipendenza dal dollaro e dai sistemi di pagamento statunitensi. Questa la risposta della Russia alle nuove sanzioni imposte dagli Stati Uniti, secondo quanto annunciato dal vice ministro russo degli Esteri, Sergej Ryabkov.

“Rafforzeremo il lavoro relativo alla sostituzione delle importazioni, alla riduzione della dipendenza dai sistemi di pagamento degli Stati Uniti e dal dollaro come valuta di riferimento. Ora sta diventando una necessità”, ha osservato il diplomatico russo in un’ intervista per la rivista “Mezhdunarodnaja Zhizn“.

Secondo il viceministro russo, “è importante creare schemi economici praticabili, dove la dipendenza dal dollaro e dal sistema finanziario degli Stati Uniti sia minore”. Nei giorni scorsi, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha firmato una legge, approvata dal Congresso, che impone nuove sanzioni contro la Russia, l’Iran e la Corea del Nord.

È stata ampliata la gamma di sanzioni settoriali. In particolare, viene ridotto il periodo massimo di finanziamento per le banche russe sotto sanzioni Usa, fino a 14 giorni, quello delle compagnie petrolifere e del gas fino a 60 giorni.  Secondo gli esperti, inoltre, le nuove sanzioni renderanno più difficile l’esportazione delle armi, andando a colpire i settori della Difesa e dell’Intelligence russa.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles