Sberbank e VTB nel gigante agroalimentare Agrokor

Il 46% del capitale alle due banche russe.
Sberbank e VTB nel gigante agroalimentare Agrokor
11 aprile 18:12 2018 Stampa

Raggiunto l’ accordo preliminare relativo al gigante agroalimentare balcanico Agrokor, commissariato dal governo di Zagabriaun anno fa.

L’accordo tra i creditori della società croata, con catene di supermercati e decine di strutture produttive anche in Bosnia, Slovenia e Serbia, prevede la cancellazione di una notevole parte del debito e la spartizione delle quote di proprietà tra i maggiori creditori esteri. Il 46 per cento della Agrokor, il cui valore è stato stimato a 2,6 miliardi di euro, verrà consegnato a due banche russe statali, la Sberbak (il 30 per cento circa) e la VTB (il 16 per cento circa), che negli ultimi anni hanno abbondantemente finanziato con complessivi 1,4 miliardi di euro la compagnia. Secondo la stampa il commissariamento mirava, oltre che a scongiurare un effetto domino sull’intera economia del Paese, anche ad evitare una espansione della Russia sui mercati e l’industria dei Balcani. Quest’ultimo obiettivo non è stato raggiunto dopo che alcuni fondi di investimento americani hanno rinunciato ad acquistare larghe quote dei debiti della Agrokor. Le due banche russe avranno insieme il pacchetto più consistente della nuova Agrokor. Il commissario straordinario, Fabris Perusko, ha ora tre mesi di tempo per finalizzare tutti i dettagli in base a all’accordo preliminare siglato oggi.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author