Semplificate le regole per la registrazione del vino di qualità dell’UE

Due nuove normative europee per facilitare  il processo di identificazione dei vini come “indicazioni geografiche”
Semplificate le regole per la registrazione del vino di qualità dell’UE
03 agosto 10:50 2018 Stampa

Snellite e allineate agli altri settori alimentari le procedure per la registrazione e la modifica delle IG. Le responsabilità relative alle modifiche delle specificità del prodotto saranno portate avanti o a livello nazionale o a livello dell’UE ma senza sovrapposizioni.

La registrazione di un vino di qualità sarà facilitata grazie alla semplificazione della descrizione della zona geografica interessata richiesta nella procedura di presentazione della domanda. In precedenza, i richiedenti dovevano fornire dettagli sull’area geografica, sulle caratteristiche del prodotto attribuibili all’ambiente geografico e sull’interazione causale tra i due. Con le nuove regole, i candidati dovranno solo descrivere il nesso causale tra l’area geografica e le caratteristiche del prodotto.

La responsabilità relativa all’esame della domanda è stata semplificata per impedire che lo stesso lavoro venga svolto sia a livello nazionale, sia a livello UE. Lo Stato membro sarà responsabile del primo esame della domanda, mentre la Commissione si concentrerà soltanto su aspetti relativi a questioni transfrontaliere.

Inoltre verrà introdotto il limite di 6 mesi come durata del processo di riconoscimento, abbreviando quindi significativamente le tempistiche.

Anche le procedure di obiezione e di cancellazione saranno semplificate e allineate a quelle attualmente esistenti per il settore alimentare.

Irina Osipova

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author