Skolkovo sceglie “Hadassah”

La prima clinica completamente straniera. Tutta israeliana
Skolkovo sceglie “Hadassah”
07 settembre 10:51 2018 Stampa

La filiale di uno dei più famosi ospedali israeliani, Hadassah, apre la clinica completamente straniera sul territorio del Centro di innovazione di Skolkovo, nell’International Medical Cluster (MMK).

Il presidente del consiglio di amministrazione della Fondazione Skolkovo, Igor Drozdov, ha dichiarato all’inaugurazione: “Ancora oggi non comprendiamo appieno il pieno potenziale di questo progetto”. Per la prima volta nella storia moderna della Russia, una clinica straniera con un grande potenziale scientifico ed educativo, una delle cliniche leader a livello mondiale, inizia a operare a Mosca. Il sindaco della Capitale Sergei Sobyanin, che punta dritto alla rielezione, di fatto ammette l’ipoteca israeliana su tutta la medicina moscovita: “Il progetto rafforza tutta la cooperazione nel campo della medicina tra Russia e Israele”, distanziando enormemente gli sforzi di altri paesi (tra cui l’Italia) di diventare partner credibili della nuova sanità russa sulla cui crescita altri paesi hanno deciso pesanti investimenti (un accordo è stato firmato con la clinica sud coreana “Bundan” per la creazione di una clinica multi-profilo “Smart Hospital of the Future”). La legge federale n. 160-FZ grazie alla quale le cliniche commerciali dell’International Medical Cluster possono invitare medici stranieri, utilizzare tecnologie, attrezzature e medicinali stranieri, è stata adottata nel giugno 2015. Il principale vantaggio per le istituzioni mediche straniere è l’opportunità di lavorare secondo gli standard adottati nei paesi membri dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (comprende quasi quattro dozzine di stati, tra cui la maggior parte dei paesi dell’UE) senza ottenere licenze russe. La clinica israeliana di Skolkovo impiegherà circa un centinaio di professionisti su 10,5 mila metri qudrati. Il personale della clinica di Mosca sarà addestrato presso l’Ospedale universitario “Hadassah” in Israele. I pazienti saranno in grado di utilizzare le consultazioni a distanza e ricevere una seconda opinione dagli specialisti delle cliniche moscovite e israeliane “Hadassah”.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author