Turkish Stream, nuova joint venture per Gazprom

Il colosso russo ha acquisito il 50% del capitale della società TurkAk Gaz Tasima, creata in joint venture con Botas
Turkish Stream, nuova joint venture per Gazprom
26 settembre 10:00 2017 Stampa

Nuova joint venture tra Gazprom e la turca Botas per la costruzione del gasdotto Turkish Stream. L’annuncio è arrivato dal Consiglio di amministrazione del colosso russo che ha acquisito il 50 percento delle azioni del capitale della società TurkAk Gaz Tasima per un valore complessivo di 50mila lire turche.

Per quest’anno, Gazprom aveva in progetto di investire 41,92 miliardi di rubli (694,21 milioni di dollari) nel gasdotto turco. Ma, come riportato più volte dai media russi, potrebbe aumentare il finanziamento del progetto fino a 50 miliardi di rubli (863 milioni di dollari).

Lo scorso 14 settembre il Comitato di Gestione del colosso russo ha approvato le modifiche del programma d’investimento, del bilancio (piano finanziario) e del programma di ottimizzazione dei costi per il 2017. In base al nuovo piano d’investimento, la società spenderà 1,199 miliardi di dollari (19,4 miliardi di dollari), aumentando il finanziamento del 23,9 percento rispetto al programma approvato nel dicembre 2016.

Il progetto del Turkish Stream prevede la costruzione di un gasdotto che arrivi in Europa attraverso il Mar Nero, il versante europeo della Turchia ed il confine greco. La sezione del fondale marino è lunga 910 chilometri e la sezione terrestre si estende per 180 km in Turchia. La prima sezione è destinata alla fornitura di gas al mercato turco. La seconda sarà utilizzata per fornire gas all’Europa meridionale e sudorientale. Ogni sezione avrà una capacità di 15,75 miliardi di metri cubi di gas all’anno. Il costo complessivo del progetto è stimato a 11,4 miliardi di euro ( 12,98 miliardi di dollari).

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles