Un russo su cinque compra mobili online

Fenomeno che avvantaggia l'e-commerce del settore legno-arredo italiano, ha dichiarato Giulio Gargiullo
Un russo su cinque compra mobili online
19 ottobre 16:00 2017 Stampa

Un russo su cinque acquista l’arredamento direttamente online. Lo ha svelato il rapporto Rbk sull’andamento del mercato del mobile in Russia effettuato nell’ultimo periodo del 2016. Un fenomeno molto importante e strategico per il made in Italy, soprattutto per l’e-commerce del settore legno-arredo italiano.

“La maggior parte dell’arredo di qualità in Russia viene dall’Italia – ha spiegato Giulio Gargiullo, esperto di digital marketing con la Russia –  e quindi non si vende solo nello store, non solo nel lusso su misura, ma anche a distanza”. Nel primo semestre dello scorso anno, le vendite di mobili via Internet sono aumentate del 46,9 percento e sono pari a 974 milioni, il 12,5 percento delle vendite totali del mercato. In 152 delle 305 catene mobiliere, o quasi la metà dei player hanno i propri siti, ma non ogni oggetto d’arredo può essere acquistato, visto che molte aziende ancora li usano il sito come vetrine on-line e non per l’ecommerce.

“E’ una questione – ha precisato Gargiullo – in parte culturale, in parte anche strategica. Non bisogna sempre, necessariamente vendere online. In alcuni ambiti del settore del lusso estremo o per varie questioni strategiche o logistiche si può evitare di vendere online. Ma il tutto va contestualizzato rispetto alla realtà aziendale, la strategia di vendita online e offline e molto altro. Non bisogna sempre vendere online, quindi non bisogna fare ecommerce sempre e comunque, ma il tutto va ben pianificato rispetto al piano di marketing e strategico prefisso. L’importate è avviare al commercio elettronico, o al contrario non impiegarlo, seguendo delle motivazioni fondate, da esperti di marketing”. Ad acquistare i mobili online sono circa il 21,6 percento dei consumatori russi, mentre la maggior parte preferisce negozi di mobili, centri commerciali specializzati e ipermercati Ikea. In questo caso, oltre il 10 percento dei russi acquistano mobili sul sito web. Nel 2014, il mercato del mobile ha mostrato un andamento positivo: gli abitanti della Federazione hanno cominciato a comprare beni durevoli, a causa del forte calo del rublo. Già nel 2015, il segmento è diminuito del 9,9 percento rispetto all’anno precedente, e nel 2016 – del 5,3 percento.

Nella Federazione si nota un trend positivo nel mercato del mobile, anche se dal 2015 vi è stato un forte rallentamento a causa della crisi del rublo. Secondo gli esperti, i prezzi dell’arredamento nella Federazione tendono a crescere, sia per quel che riguarda i mobili ‘made in Russia’, che di provenienza estera. “L’ecommerce – ha concluso Gargiullo- per il design e l’arredo è un ambito molto importante per il made in Italy, in un mercato in costante crescita dell’ecommerce russo, dove va sviluppandosi anche grazie alla continua espansione dell’uso della rete mobile e del maggior utilizzo di pagamenti elettronici, sempre nella Federazione Russa”.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles