Zelensky, la Nato non è un dogma e ci si entra solo con referendum

Coinvolgimento anche del Donbass: è una scelta che riguarda tutti
Zelensky, la Nato non è un dogma e ci si entra solo con referendum
09 aprile 18:36 2019 Stampa

Il candidato presidenziale ucraino Volodimir (o Vladimir, secondo la grafia russa) Zelensky ha detto che l’adesione alla NATO da parte dell’Ucraina dovrebbe essere preceduta da una campagna informativa dettagliata e da un referendum. “L’Ucraina ha scelto il percorso dell’integrazione europea e nessuno cambierà questo corso”, ha detto Zelensky in un’intervista alla tv ucraina. Quanto alla adesione dell’Ucraina alla Nato, Zelensky ha posto l’accento sul metodo con il quale arrivare all’obiettivo: “Per entrare nella NATO dovremmo spiegare alla gente – e questo è anche scritto nel nostro programma – che non si tratta di un alligatore che vuole inghiottirci e che riguarda davvero la sicurezza del Paese; dobbiamo coinvolgere ogni persona che vive nell’est dell’Ucraina (ovvero quella russofona, ndr): tutti nell’ovest del Paese lo sanno e tutti sostengono la rotta verso la NATO, ma dobbiamo coinvolgere tutti gli ucraini e l’ingresso nella NATO deve avvenire attraverso un referendum”.

La posizione espressa da Zelensky rappresenta non solo una novità metodologica (prima l’Ue e poi la Nato, non viceversa) ma anche una novità contenutistica perché afferma che le scelte che coinvolgono tutti i cittadini ucraini devono avvenire con il concorso di tutti.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author